Seguici su:

La Storia di Dragon Ball Z

Saga dei Saiyan
story_dbz2
Vegeta e Nappa non subiscono alcun danno. Quest’ultimo decide di affrontare i terrestri, cominciando da Tenshinhan che si trova presto in difficoltà. Interviene Jiaozi, con un attacco suicida, ma non ottiene alcun risultato. Anche Crilin tenta di intervenire, ma viene fermato da Nappa. Piccolo elabora una strategia. mentre Nappa attacca Tenshinhan, lui e Crilin lo attaccano dai lati, in volo, spingendolo verso Gohan, che però ha paura quando vede arrivare il nemico. Tocca quindi a Piccolo e Crilin tentare di colpirlo, ma non ci riescono. Quando Nappa torna all’attacco, viene fermato da Vegeta, che decide di aspettare Kakaroth, per vedere se effettivamente è diventato più forte. Passate le tre ore concesse da Vegeta, Goku non si vede ancora. Piccolo elabora quindi una nuova strategia, per battere almeno Nappa. Intanto Goku arriva alla fine della via del serpente, e Dio lo va a prendere. per vedere se effettivamente è diventato più forte. Passate le tre ore concesse da Vegeta, Goku non si vede ancora. Piccolo elabora quindi una nuova strategia, per battere almeno Nappa. Intanto Goku arriva alla fine della via del serpente, e Dio lo va a prendere. Scendendo adl santuario, prende gli ultimi due senzu rimasti e si precipita con la nuvola d’oro verso il punto dello scontro. Crilin distrae Nappa, e Piccolo lo prende alle spalle stringendogli la coda. Questo però non ha alcuna influenza su Nappa, che atterra Piccolo e comincia a combattere con Gohan, Crilin cerca di difenderlo, ma viene battuto. I tre cominciano a sentire la forza spirituale di Goku che sta arrivando. Vegeta riprende lo scouter per controllare, e si accorge che sta arrivando una forza 5000. Ordina quindi a Nappa di uccidere tutti prima che Goku arrivi. Gohan raccoglie tutte le sue forze e respinge Nappa, che si arrabbia e gli scaglia contro un fascio di energia di grande potenza. Piccolo si mette in mezzo alla traiettoria per difendere il suo allievo. Piccolo, dopo aver difeso Gohan, cade a terra e, dopo aver rivelato al suo allievo di essere stato felice con un amico come lui, muore, facendo sparire anche Dio. Gohan si arrabbia e lancia un Masenko (lampo demoniaco) contro Nappa, con una potenza di 2800. Purtroppo senza risultato. Poco prima che Nappa lo uccida, viene salvato dalla nuvola d’oro. Goku è arrivato. Per prima cosa da mezzo senzu a ciascuno dei suoi amici, poi comincia il combattimento con Nappa. Un colpo per ogni suo amico morto. Nappa si arrabbia sempre di più, ma Vegeta lo fa calmare. In questo modo riesce a concentrare meglio la sua forza. Però non riesce ancora a tenere testa a Goku. Vegeta gli ordina quindi di fermarsi: ci penserà lui. Nappa obbedisce all’ordine, ma si scaglia contro Crilin e Gohan. Goku non ha scelta, deve usare il Kaioh ken. La sua forza e la sua velocità aumentano istantaneamente e gli permettono di raggiungerlo e di sconfiggerlo. Vegeta reputa Nappa inutile dopo tale sconfitta, lo scaraventa in aria e gli dà il colpo di grazia. Goku manda i suoi amici alla Kame House, perché Vegeta è più forte di quanto pensasse, e gli propone di cambiare posto, in modo da poter salvare i corpi dei suoi amici morti, per poterli resuscitare con le sfere del Drago. Vegeta segue Goku senza problemi. Dopo aver ricevuto vari colpi da Vegeta, Goku si accorge che non può fare nulla senza il Kaioh ken, ma anche in questo modo non riesce a tenergli testa. Decide quindi, disobbedendo al re Kaioh, di passare al triplo Kaioh ken, rischiando di distruggere il suo corpo. Riesce così a superare la forza dell’avversario. Intanto Yajirobei osserva da lontano la battaglia, tifando per Goku. Vegeta, vedendosi in difficoltà, decide di spazzare via l’intero pianeta, lanciando il Garrick Cannon. Goku lo contrasta con una Kamehameha potenziata dal triplo Kaioh ken, ma per respingerlo si deve spingere fino al quadruplo Kaioh ken. Yajirobei va a congratularsi con Goku per aver sconfitto Vegeta, ma lui gli raccomanda di scappare, perché il nemico non è ancora morto. Infatti, dopo essersi liberato dell’onda si affida alla sua ultima risorsa, diventare uno scimmione. Cerca la luna, ma si accorge che è stata fatta sparire. Scende quindi sulla Terra e crea una sfera di energia che, assorbendo l’ossigeno, rimpiazza la luna, fornendogli l’energia necessaria per trasformarsi. Attacca Goku, che riesce ad accecarlo con Taiyoken e a distanziarsi abbastanza da poter creare la sfera Genkidama. Comincia a raccogliere le forze della natura, ma poco prima di completare la sfera viene colpito da Vegeta, e la sfera sparisce. Gohan e Crilin, incuriositi dalla sfera di energia creata da Vegeta, decidono di tornare indietro. Vegeta spezza le gambe a Goku e, dopo che questi ha lanciato una Kamehameha contro un suo occhio, si arrabbia e lo prende per stritolarlo. Arrivano Gohan, che cerca di distrarre il nemico, e Crilin, che si porta dietro di lui per tagliargli la coda. Crilin fallisce, ma Yajirobei no, e Vegeta torna normale. Ancora più arrabbiato, naturalmente. Si precipita verso Gohan, lo colpisce e lo scaraventa contro Goku, che ha così l’occasione di incoraggiare suo figlio. Gohan si arrabbia, liberando una forza incredibile, e tiene occupato Vegeta per il tempo necessario a Goku per consegnare la Genkidama a Crilin, che la concentra e la potenzia. Per poterla lanciare deve aspettare di sentire l’aura del nemico. Quando finalmente la lancia, un intervento di Yajirobei mette sull’avviso Vegeta, che la schiva ma Gohan, che si trova sulla traiettoria della sfera, non essendo malvagio la può respingere contro il Saiyan, che viene sconfitto. Ma non è ancora morto. Si rialza e si accorge che a Gohan è ricresciuta la coda. Poco prima di riuscire ad ucciderlo, viene attaccato da Yajirobei. Gohan riesce così a vedere la sfera di energia e si trasforma in scimmione. Vegeta tenta di tagliargli la coda, ma quando ci riesce viene travolto da Gohan. Deve quindi ritirarsi per curarsi e tornare in forma. Crilin raccoglie le forze quando vede arrivare l’astronave, prende la spada di Yajirobei e si avvicina a Vegeta per dargli il colpo di grazia. Goku lo ferma, dicendo che sarebbe un peccato perdere un guerriero così potente. Crilin, anche se a malincuore, è costretto a lasciar andare il nemico. Subito dopo arrivano il maestro Muten assieme a Bulma, Karin e Chichi, che si precipita a controllare le condizioni di Gohan. Salgono tutti sull’aereo e tornano a prendere i cadaveri. Crilin crede che potranno essere resuscitati, con le sfere del pianeta Namecc. Chiedono quindi al re Kaioh dov’è questo pianeta e se ci sono ancora dei Namecciani vivi. Ci sono ancora un centinaio di Namecciani, ma il problema è che per raggiungere il pianeta ci vogliono oltre 4000 anni. Bisogna trovare una delle astronavi usate dai Saiyan per abbreviare il viaggio. Goku viene portato all’ospedale. Arriva Bulma che avvisa che il governo ha trovato l’astronave, e accende la TV per farla vedere. Prova a usare il telecomando per farla arrivare, ma l’astronave si autodistrugge. Arriva Mister Popo a rassicurare tutti dicendo di aver trovato un’astronave. Bulma va con lui a controllare. Si tratta del veicolo usato da Dio per arrivare sulla Terra. La porta si apre pronunciando la parola Piccolo. Entrati, si accorgono che l’astronave esegue ordini impartiti nella lingua di Namecc, che fortunatamente Mr Popo conosce, avendo convissuto con Dio per molto tempo. Ma Mr. Popo non può abbandonare il santuario di Dio per i due mesi necessari ad andare e tornare da Namecc, quindi decidono di andare Bulma, che può riparare l’astronave in caso di bisogno, Crilin e Gohan, per allenarsi, nel frattempo. Vegeta arriva sul pianeta Freezer. Quando vedono che è malridotto, lo portano alla Medical Machine che lo rigenera in breve tempo. Viene quindi a sapere che Freezer è partito alla volta Namecc, per chiedere al dio Drago la vita eterna. Decide quindi di seguirlo, per non dover sottostare a lui per tutta la vita.
 
Ti piace questa notizia? Condividila!

Comments are closed.